Regione Lombardia, Comunità Montana, Provincia di Brescia, Comune di Odolo, Comune di Agnosine, Comune di Bione, Comune di Preseglie
G.S. Odolese Mtb Conca d'Oro
LA SPLENDIDA RIMONTA DEL GS ODOLESE ALLA 24 ORE DI ROMA

Soddisfazione e gioia; è questo lo stato d'animo, unito anche a tanta stanchezza, dei ragazzi del Gs Odolese al termine della bella 24 ore di Roma, appena conclusasi nel suggestivo 'Parco degli Acquedotti', tra un mare di folla festante.La trasferta era, alla vigilia, di quelle impegnative per una serie di motivi, in primis la lunghezza del viaggio, in seconda battuta per il numero altissimo di atleti e per il loro livello elevato, dunque una concorrenza agguerritissima.I ragazzi giallo-neri però non si sono assolutamente scoraggiati, anzi, trascinati dal professionista su strada Marco Frapporti (Csf-Navigare), il quale ha risposto con entusiasmo alla chiamata del team guidato da Andrea Leali, hanno lottato come leoni per tutte le 24 ore di gara, concludendo alla grande una bellissima cavalcata di gioia e fatica.Alla partenza erano due le squadre schierate dal Gs Odolese, una da otto ed una da quattro: la prima guidata da Gianpietro Solazzi, la seconda dallo stesso Andrea Leali. Agli ordini di Solazzi: Frapporti, Fucina, Marchi, Meloni, Melzani, Mor e Zecchi; mentre nel team a quattro erano in tre a partecipare, oltre ad Andrea ecco un altro Leali, si trattava del figlio Alessandro e Francesco Baruzzi.Le motivazioni dei due team erano ben differenti, con la squadra a otto determinata a lottare con i migliori e mai fuori dalla top 10 di categoria nelle tre precedenti 24 ore (Cremona, Idro e Val Rendena), mentre la squadra a quattro era partita con molta voglia di divertirsi; entrambe comunque con l'obiettivo di farsi valere fino all'ultimo e di portare a casa punti pesanti in ottica '24 ore Cup', che vedeva l'Odolese al quarto posto in ambedue le categorie prima della trasferta romana.Lo spettacolare 'via' vedeva scattare come un fulmine il nostro Alessandro Leali, lesto nel correre a piedi ed inforcare la sua bicicletta, più indietro il primo frazionista Melzani era pronto a lanciare il pezzo da novanta: Marco Frapporti. 'Frappo', così per gli amici, ha subito mostrato un grande feeling sullo sterrato, cosa non comune agli stradisti, staccando tempi di livello eccellente, entrando nella top ten dei giri veloci e caricando i compagni ad ogni turno; certamente la marcia in più della squadra, che aveva poi in Solazzi, Zecchi ed il neo arrivato Fucina uomini di sicuro affidamento.Così come i giovanissimi Meloni e Marchi e l'esperto Renato Mor.

.

Nonostante il ritmo delle prime ore di gara però i ragazzi valsabbini non riuscivano a scalare la classifica, relegati addirittura oltre la quarantesima posizione assoluta, proprio in quel momento però si è vista la forza del gruppo, quell'amalgama di squadra fondamentale in una endurance, che ha continuato a spingere, schiacciando forte sull'acceleratore ed aspettando con ansia la notte per mettere a frutto la maggiore esperienza in ambito di 24 ore.Una rimonta fatta passo dopo passo, attaccando i lunghi rettilinei bui, pennellando memonicamente le curve del single-track; quasi come se gli atleti giallo-neri fossero dotati di raggi ad infrarossi, ecco che la classifica cominciava a sorridere, da trentesimi a ventunesimi, quindi diciottesimi, successivamente dodicesimi.In una prova di durata però, si sa, l'imprevisto è sempre dietro l'angolo, la sfortuna poi di notte sembra vederci ancora meglio: tre forature che sono costate minuti preziosi e che avrebbero messo in ginocchio chiunque, ma la tenacia e la grinta è una caratteristica di questi ragazzi che non si sono affatto arresi, ma anzi, hanno attaccato ancor di più.Trascorsa la nottata senza chiudere occhio, l'alba sembrava un dono dal cielo, mancava ormai poco, gli ultimi sforzi, come un treno lanciato il Gs Odolese non voleva più fermarsi, a suon di giri veloci i ragazzi guidati da Gianpietro Solazzi avvicinavano sempre di più la decima e nona posizione, si sarebbe deciso tutto nell'ultima ora e mezza di gara.

Un ultimo sforzo per tutti, un ultimo giro 'a tutta', per molti il migliore di tutti gli altri precedenti, ed ecco completata la rimonta, con un sorpasso maestoso di Marco Frapporti a discapito dei decimi che, poco prima erano passati in nona posizione: allo scoccare delle 24 ore e oltre di gara il GS Odolese Mtb Conca d'Oro era addirittura nono assoluto con 100 giri e nono pure di categoria.Una bellissima impresa considerando come avevano cominciato la gara; chiusura onorevole anche per la squadra a quattro, giunta trentacinquesima di categoria.Trasferta dunque ricca di soddisfazioni, quella romana,  per il team del gatto giallo, che ha messo in luce come spesso la vera differenza la faccia il gruppo e la splendida rimonta all'ultimo metro ne è una grande dimostrazione.

.

VIVI IN PRIMA PERSONA IL PERCORSO DELLA 24H ROMA RIPRESO CON  UNA TELECAMERA SUL CASCO.

 

©Copyright 2018-2019 A.s.d. G.S. Odolese Mtb Conca d'Oro PI:01750470989 | contattaci | privacy - informativa cookie | progetto grafico Ideattiva - Cms Evolution